Politica agricola

L’USPV si impegna per garantire condizioni quadro che migliorino la competitività del settore e con essa le possibilità di portare avanti la produzione di verdure in modo efficiente e orientato al mercato in un ambiente in continuo cambiamento.

Sosteniamo e promuoviamo misure che permettano un’evoluzione durevole delle aziende agricole e permettano ai produttori di verdure di reagire adeguatamente alle nuove sfide di mercato. L’USPV sostiene le modifiche strutturali previste e si propone di offrire prospettive per l‘innovazione e l’ulteriore sviluppo nel settore.

PA 14-17
Il pacchetto per la politica agraria 2014-17 è stato sottoposto all’attenzione degli organi federali nel 2012. Anche nel corso dei dibattiti parlamentari, l’USPV resta fedele al principio di base: garantire buone condizioni quadro per favorire un’agricoltura produttiva e orientata al mercato. L’Unione ha quindi formulato alcuni punti fondamentali di particolare importanza per la produzione di verdure perché siano presi in considerazione nel corso dei dibattiti:
  1. promozione della mobilità delle superfici
  2. le aziende che producono verdura sono parte dell‘agricoltura
  3. maggiore attenzione alla risorsa «energia»
  4. versamento di contributi per le nuove strutture costruite secondo criteri innovativi
  5. versamento di contributi per le serre (inclusa la produzione non dipendente dal suolo)

Per difendere gli interessi degli orticoltori, l’USPV lavora in stretta collaborazione con l’Unione svizzera dei contadini (USP). Inoltre, il presidente dell’USP Hannes Germann ha presentato due domande al Consiglio degli Stati con richieste specifiche per le colture speciali che non coincidono con la posizione dell’USP. Benché tali proposte siano state respinte, hanno permesso di attirare l’attenzione su elementi importanti della produzione di verdura.
Swiss Diva
Schweiz Natürlich